A Florente, la gente è libera, svolge il suo lavoro e si diverte…

Avevo voglia di scrivere, non lo facevo da tempo, quella notte avevo dormito male perché mi perseguitava il pensiero di scribacchiare un racconto per quel concorso di idee per contrastare il fenomeno della malavita, promosso, per la scuola, dalla rete “Più Scuola Meno Mafia” del Miur. Così appena vigile ho messo su un foglio, di getto, alcuni righi ispirandomi a qualche scritto di qualche anno fa, e ne è scaturita “Florente”. Francamente non consideravo di vincere un concorso, ancorché non disdegni mettere su foglio i miei pensieri. E’ questo un presupposto in cui riesco a manifestare e a ricercare un certo equilibrio interiore.
Florente è veramente cosi come descritta: libera e democratica, come la nostra Costituzione a cui mi sono ispirato…
Creata il 6 Gennaio del 2012, Florente è la fantastica città, dove, una volta a settimana, noi cugini ci incontriamo e diamo vita alla nostra patria ideale. Sono passati ben cinque anni, noi “padri fondatori” siamo cresciuti e sono cambiati anche molti nostri interessi, eppure Florente rimane ancora al centro delle nostre attenzioni, perché, se per i grandi è solo un gioco, per noi è una vera e propria passione: è la nostra città.
Noi a Florente abbiamo scambi di opinioni, organizziamo dei comizi, a volte sembriamo un po’ troppo veementi nel modo di esprimerci, perché la nostra “patria” è qualcosa per cui non arrendersi mai.
Florente ha un suo statuto, basato principalmente sulla Costituzione italiana, la più bella del mondo, soprattutto sui suoi primi 12 articoli, che esprimono gli ideali ai quali la nostra città si ispira.
Florente, ha una scuola, che è neutra dal punto di vista ideologico e religioso; è una scuola laica, perché l’istruzione è un diritto di tutti.
Florente ha un tribunale per garantire il rispetto delle leggi.
A Florente si celebrano feste, sia religiose, come il Natale; sia laiche, come l’Anniversario della Fondazione, che cade il 6 gennaio, La festa della Legalità, di Legambiente …
A Florente si svolgono libere elezioni, per eleggere il sindaco e i consiglieri comunali; io sono stato sindaco alcune volte e attualmente il sindaco è mio cugino, mio avversario politico, ma soprattutto mio amico. A proposito, tra poco ci saranno nuove elezioni!
A Florente la stampa è libera e abbiamo un giornale che informa sui fatti grandi e piccoli che riguardano la città.
Insomma Florente è il nostro modo di esprimere il desiderio di un mondo migliore, fondato non sulla prevaricazione e l’egoismo, ma sul bene comune, sulla giustizia, sul rispetto delle leggi, sul dialogo e sulla felicità, perché a Florente la gente è libera, svolge il suo lavoro e si diverte.”
D’Auria Francesco III A – Scuola secondaria di I grado “Giuseppe Ungaretti” di Teverola
Francesco, un alunno modello che ci tiene a fare bella figura e a dimostrare che non gli è stato regalato niente, oltre a questo concorso è risultato primo al Concorso nazionale di Poesia “Francesco Forchia” promosso dall’Associazione di Volontariato “Si Teverola Onlus” – Teverola, aggiudicandosi anche il Premio Giuria Popolare.
Complimenti a Francesco, che siano i primi di tanti successi nella vita!