La festa di Sant’Antuono, a Teverola tra fede e folclore

Tutto pronto per la festa liturgica di Sant’Antonio Abate, tradizione secolare radicata nel cuore della comunità teverolese.

Gli animali i protagonisti della giornata dedicata al Santo protettore degli animali,  grazie a don Evaristo Rutino, parroco di Teverola, con i suoi più validi e veterani collaboratori intenti a portare avanti le memorie locali, come la “Lampa di S’Antuono” o meglio il fuoco, una ricorrenza per unire tutti  attorno al calore della legna ardente; un folclore popolare, una tradizione tramandata dai nostri avi per  attirare i buoni propositi per il futuro.

Le solennità ufficiali si apriranno proprio con la benedizione degli animali a seguire Celebrazione dell’Eucarestia e momento di festa; di seguito il programma: ore 18 Benedizione degli Animali sul Sagrato della chiesa; ore 18.30 Santo Rosario Meditato; ore 19 Santa Messa solenne e Bacio delle Reliquie; ore 20 Benedizione e accensione del Fuoco “Momento di festa”. Durante la serata gratuitamente sarà condiviso pasta e fagioli e vino locale sul sagrato della chiesa.